sabato 27 gennaio 2018

Giornata della Memoria.

Ho trovato nel web questa poesia di Joyce Lussu, si intitola "Un paio di scarpette rosse", non la conoscevo e mi ha commossa.
Eccola, la pubblico senza aggiungere nessun commento, perchè in queste parole c'è già tutto : 

Un paio di scarpette rosse
C’è un paio di scarpette rosse
numero ventiquattro
quasi nuove:
sulla suola interna si vede ancora la marca di fabbrica
“Schulze Monaco”.
C’è un paio di scarpette rosse
in cima a un mucchio di scarpette infantili
a Buckenwald
erano di un bambino di tre anni e mezzo
chi sa di che colore erano gli occhi
bruciati nei forni
ma il suo pianto lo possiamo immaginare
si sa come piangono i bambini
anche i suoi piedini li possiamo immaginare
scarpa numero ventiquattro
per l’ eternità
perché i piedini dei bambini morti non crescono.
C’è un paio di scarpette rosse
a Buckenwald
quasi nuove
perché i piedini dei bambini morti
non consumano le suole.
Joyce Lussu



23 commenti:

  1. Unos zapatos ,que nos hace recordar a un niño pequeño y que ha inspirado un hermoso poema lleno de ternura.

    Besos

    RispondiElimina
  2. Bella, senza aggiungere altro.

    RispondiElimina
  3. Sai quante migliaia di scarpe ho visto lì dove non ho trovato più lacrime da versare?
    Grazie per il ricordo.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Significativa sintesi di quella grande tragedia cristallizzata in questi versi:per quelle scarpette rosse,per ogni paio di scarpette rubate alla vita,resti vivo il ricordo.

    RispondiElimina
  5. Una poesia che non ha bisogno di commento!

    RispondiElimina
  6. Una poesia che già conoscevo, commovente e toccante.

    RispondiElimina
  7. Sì, infatti c'è poco da aggiungere; con la nostra presenza esprimiamo insieme la volontà di ricordare.

    RispondiElimina
  8. Non ci sono parole da aggiungere di fronte tanta atrocità...che la coscienza umana si ricordi....
    Buona serata!

    RispondiElimina
  9. Non ci sono parole da aggiungere di fronte tanta atrocità...che la coscienza umana si ricordi....
    Buona serata!

    RispondiElimina
  10. Grazie amici, tutti quanti. L'importante è non dimenticare.

    RispondiElimina
  11. Ciao Mirtillo, una poesia molto toccante, non c'è altro da aggiungere. A noi il dovere di ricordare e di cercare di mantere viva la memoria anche negli altri!!
    Ciao, buona serata
    Stefania

    RispondiElimina
  12. senza niente da aggiungere
    serena domenica
    abbraccio
    p.s. come và la camminata ? veloce o andamento lento ?spero sia al più presto veloce

    RispondiElimina
  13. Cara Mirtillo, come vedi ci sono pure io, dopo il 61° anniversario!!!
    Si è vero tutto ci fa ricordare con tristezza,con la speranza che non venga mai!!!
    Ciao e buona domenica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  14. Una poesia per non dimenticare.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  15. Ciao avevo già letto questa poesia, molto toccante.

    RispondiElimina
  16. Davvero molto commovente.
    Grazie Mirtillo!
    Dani

    RispondiElimina